Percorso: >>Varie & eventuali >>Informazioni sull'arte delle miniature
 
Cos'è

L'arte delle miniature e delle case di bambola consiste nella riproduzione in scala ridotta di ambienti, negozi, oggetti o intere case.
Si può miniaturizzare tutto! Non c'è limite alla fantasia, e la mente di un miniaturista può arrivare a concepire qualunque cosa!
Navigando sui siti dei miniaturisti, spesso si incontrano termini "tecnici"; ad esempio "Roombox", che Ŕ un termine inglese che significa letteralmente "stanza in scatola": infatti la roombox Ŕ la riproduzione in miniatura di un singolo ambiente, mentre DH Ŕ l'abbreviazione di Doll's House, ovvero Casa di Bambola.

Quando nasce

Mentre la riproduzione di oggetti in scala ridotta avviene fin dai tempi della preistoria, le primissime case di bambola appaiono nella seconda metà del XVI secolo in Germania, successivamente nei Paesi Bassi e all'inizio del 1700 in Inghilterra, dove sono molto diffuse.
Le case di bambola hanno inizialmente una funzione ludico-educativa per le bambine di famiglie nobili, mentre in seguito, a causa del loro costo molto elevato che non permette di annoverarle tra i giocattoli per bambini, diventano oggetti da collezione per adulti.

Parliamo di scale...

La "scala" è la relazione tra le dimensioni di un oggetto reale e quelle della sua riproduzione ridotta; la scala più utilizzata per le case di bambola è la 1:12, questo significa che 12 centimetri nella realtÓ corrispondono a 1 centimetro nella Casa di Bambola.
Nel sistema di misurazione inglese, questa relazione è scritta 1:1", (ossia 1 piede: 1 pollice); la conversione nel nostro sistema metrico viene approssimata appunto alla scala 1:12.
Esistono anche altre scale che vengono utilizzate dai miniaturisti, una delle più diffuse è la 1:24, che è la mezza scala; ma è possibile trovare miniature anche in 1:16, 1:48 e anche 1:144, che è la scala utilizzata per riprodurre case di bambola all'interno delle case di bambola!!!

Mi piace! Da dove posso cominciare?
Anche se la tentazione è forte, il mio consiglio è quello di non iniziare da una casa intera (vedi la mia "incompiuta"...), perchè giustamente quando si inizia si vogliono vedere subito i risultati, e una casa non è propriamente una cosa semplice e veloce...
L'ideale è cominciare a sperimentare qualche materiale e qualche attrezzo, per vedere con cosa si lavora meglio: il legno, la stoffa, le paste sintetiche... magari siamo bravissimi a fare fiorellini in carta o intrecciare cestini in rafia. Il materiale "base" per realizzare qualche miniatura è reperibile nei colorifici, negozi di belle arti, ma anche Brico, cartolerie, ferramenta... vedrete che dopo un po' inizierete a vedere ogni oggetto con gli occhi del miniaturista (in scala 1:12) e tutto, ma proprio tutto, può servire!
Le possibilità sono davvero infinite, ma non bisogna per forza saper fare tutto!
Quello che non sappiamo fare possiamo acquistarlo già pronto; i negozi specializzati in Italia sono pochissimi purtroppo, ma possiamo acquistare anche dai fornitissimi negozi esteri e su internet.
ADMI
Se sei arrivato/a fino a qui, vuol dire che sei davvero un appassionato!
Per leggere molti altri consigli, sapere l'indirizzo di qualche negozio, avere una lista di link a siti interessanti, conoscere tanti altri miniaturisti... visita il sito della nostra Associazione (ADMI - Associazione Dollshouse e Miniature Italiane): siamo nati proprio per diffondere questa meravigliosa arte!
Diventa socio/a anche tu! Sul sito puoi trovare tutte le info!